Gestire il dolore in modo mindful

Siamo abituati a parlare di benessere fisico, sicuramente più di quello emotivo. Palestra, yoga, pilates. Massaggi, trattamenti estetici, spa, skincare. Ormai fanno parte dei nostri racconti e delle nostre pratiche pressoché quotidiane. Nonostante ci siano moltissime attività dedicate alla cura del corpo, dolori, contratture, rigidità, “blocchi fisici”, sono all’ordine del giorno nella vita di ognuno di noi. Cosa si intende per dolore cronico? Il dolore cronico è un tipo di Continua a leggere

Ingannare la mente

La Mindfulness, ormai lo sappiamo, fonda le sue basi sulla consapevolezza del momento presente, sul vivere il qui e ora con piena presenza e coscienza. La meditazione è parte integrante di questo percorso e di questo processo che aiuta a raggiungere uno stato di maggiore quiete, pace, tranquillità. L’azione che solitamente si compie durante la meditazione consiste nell’osservare il contenuto della nostra mente, quindi i pensieri, le emozioni, i ricordi, Continua a leggere

I Cinque Principi del Reiki

Il Reiki è un metodo di (auto)guarigione di origine giapponese, basato sulla convinzione che il corpo umano, attraverso vari livelli di attivazione e di concentrazione, possa incanalare e trasmettere l’energia universale, per poi utilizzarla a scopo terapeutico. Nella pratica si tratta di avvicinare le mani a stessi o agli altri (sempre previo il loro permesso) e permettere all’energia di scorrere e quindi di armonizzarsi all’interno della persona. In un precedente Continua a leggere

Le abitudini

Cambiare il nostro comportamento è difficile e spesso ci avviciniamo a questo proposito nel modo sbagliato. Costruire le prime sequenze di abitudini fa la differenza tra non riuscire affatto e iniziare a formare buone e forti abitudini per raggiungere i nostri obiettivi. I primi passi sono così importanti in quanto è fondamentale raggiungere il punto in cui la sensazione di rompere lo schema ci risulterà più difficoltosa che eseguire effettivamente Continua a leggere

Un aiuto per superare un momento di sconforto

Come sentirsi meglio È facile in alcuni momenti complicati rimanere bloccati in uno stato d’animo caratterizzato da tristezza, ansia, bassa autostima, stanchezza e frustrazione, senza vedere alcuna luce in fondo al tunnel. Ma non dovremmo permettere a noi stessi di essere intrappolati, di lasciare che le notti buie abbassino il nostro umore.Sentirsi persi, vuoti e privi di ogni positività è uno stato d’animo in cui non è così difficile scivolare e Continua a leggere

Esercizi di presenza consapevole

Ci sono molti esercizi pratici che si possono fare per entrare maggiormente in contatto con il corpo e aumentare la presenza nel qui e ora. Nell’articolo Il corpo vive (solo) nel presente è emersa l’importanza del corpo nell’aiutarci a vivere il momento, nell’essere un punto fermo per noi, sempre e ovunque. Per facilitare una nostra maggiore presenza, è possibile “semplicemente” portare l’attenzione al corpo e alle sue sensazioni, come nell’esercizio Continua a leggere

Il corpo vive (solo) nel presente

Se talvolta, forse spesso, è difficile mantenere la mente nel presente, l’intento è indubbiamente più semplice con il corpo. Dire che il corpo vive solo nel presente significa affermare che le sensazioni che prova sono tutte e sempre riconducibili al qui e ora. Non è possibile portare il corpo indietro nel tempo passato o avanti in un ipotetico futuro, come invece riesce alquanto naturale con la mente. Esiste una memoria Continua a leggere

L’inconscio vive nel presente

Suona molto bene, vero? Ma partiamo dall’inizio, ovvero definendo l’inconscio. “Il termine inconscio indica genericamente tutte le attività mentali che non sono presenti alla coscienza di un individuo. In senso più specifico, rappresenta quella dimensione psichica contenente pensieri, emozioni, istinti, rappresentazioni, modelli comportamentali, spesso alla base dell’agire umano, ma di cui il soggetto non è consapevole.” (Wikipedia) Da questa definizione capiamo una cosa fondamentale: non siamo consapevoli delle nostre attività mentali inconsce. Se così fosse sarebbero consce, ovvero sarebbero la parte di noi Continua a leggere

Sei sulla strada giusta?

Molte persone sono davvero determinate nel perseguire i propri obiettivi, mentre altre si sentono perse e dubbiose di essere sulla strada giusta. Tu ci hai mai pensato? Molti si chiedono se la vita che stanno vivendo sia la migliore per loro e se possa mai essere cambiata.  Come esseri umani abbiamo la tendenza a essere limitati nel credere che certi tratti della personalità, certe azioni e certi stili di vita siano Continua a leggere

Devi o scegli? Vuoi o puoi?

Sono sempre stata affascinata dalle parole, amo la nostra lingua anche per la sua ricchezza lessicale. Le parole che scegliamo di usare dicono molto di noi, delle nostre convinzioni più profonde o dei nostri stati d’animo passeggeri. Se ci si allena, prestare ascolto ai vocaboli utilizzati dalle altre persone (e anche da noi stessi) diventa un esercizio molto curioso, da cui possono emergere diverse informazioni interessanti. In particolare, ci sono Continua a leggere

Lascia fare all’Universo

“Lascia fare all’universo” è un frase che significa comprendere e accettare che non ho il controllo su tutto. Significa notare e osservare tutte le cose meravigliose che avvengono dentro e fuori di me, senza la mia volontà. E imparare a lasciar andare. L’universo cerca in tutti i modi di farmi capire che l’unica voce che ha senso ascoltare è quella dentro di me, ma io dubito, mi angoscio, perdo le Continua a leggere

Prima di agire, aspetta un minuto

No, non come modo di dire o come invito a essere più riflessiva/o. Proprio in senso letterale. Se hai una decisione da prendere e sei arrivata/o al passaggio finale del tuo percorso valutativo, ovvero a quel momento in cui occorre che tu agisca facendo concretamente la cosa che suggella la tua decisione, prenditi un ultimo minuto di tempo per consolidare la tua scelta.  Se hai un impulso e desideri fare Continua a leggere

Teoria e Pratica – 21 giorni di esercizio

Alcuni giorni fa riflettevo con un’altra persona su quanto siano strettamente collegate teoria e pratica. La teoria ci permette di andare in profondità, di scavare, analizzare. Ci permette anche di estraniarci, di osservare la realtà da una prospettiva più vasta, di formulare ipotesi, stabilire linee guida, ideali a cui restare fedeli. La pratica rende tangibile tutto questo e lo stabilizza, lo trasforma in attività reale, lo porta da una dimensione Continua a leggere

Reiki e Mindfulness

Fino a poche settimane fa avevo sentito parlato di Reiki, come di quelle cose di cui si conosce l’esistenza ma non il reale significato. Ho deciso di approcciarmi a questa disciplina per curiosità e con pochissime conoscenze pregresse, per non avere alcun tipo di condizionamento o pre-concetto. Ho seguito un corso di Reiki e ho conseguito il 1° livello. Esperienza molto interessante e intensa. Mi soffermerò sicuramente in futuro sulle Continua a leggere

Abbi fiducia nell’Universo

Avere fiducia nell’Universo (o in Dio o in qualunque modo lo chiamiamo) significa accettare che gli eventi hanno un loro tempo e un loro modo per realizzarsi. L’esempio della natura è sublime: in natura ogni stagione ha il proprio significato e la propria utilità e ogni ciclo di vita si compie secondo precise logiche e perfette regole. Allo stesso modo, dovremmo imparare che noi stessi abbiamo tempi di maturazione e Continua a leggere

Livelli di pensiero

Capita di cercare di districare i vari pensieri e soprattutto i vari livelli di pensiero. C’è un livello del fare e dell’agire: talvolta ci viene da metterlo al primo piano, cercando strategie e soluzioni operative nel tentativo di capire come comportarci, ma spesso e ben presto realizziamo che il fare viene dopo e di conseguenza all’essere. Quindi entriamo nel piano dell’essere, che può essere diviso a sua volta in una Continua a leggere

Vorremmo essere amati come amiamo

Tutti noi abbiamo un nostro modo in cui amiamo che molto spesso coincide con il modo in cui vorremmo essere amati. È il modo che conosciamo, che ci è familiare, che recepiamo istintivamente: lo applichiamo alle altre persone importanti della nostra vita e in qualche modo ci aspetteremmo, il più delle volte inconsciamente, che anche gli altri lo applicassero con noi. Non per scelta o perché lo reputiamo il modo Continua a leggere

La crescita personale è un inizio

Talvolta si potrebbe pensare che un percorso di crescita personale sia la fine di un’evoluzione, un punto di arrivo a cui si giunge dopo molti passi, al termine di qualcosa che si è vissuto. Questo è vero solo in parte. In realtà la crescita personale è un inizio e spesso un inizio forte e per certi versi difficile. Crescere è qualcosa che ci impegna a qualunque età, non solo durante Continua a leggere

Perché meditare?

Per rispondere alla domanda sui motivi per cui io, come molte altre persone, consiglio di meditare, occorre partire da che cos’è la meditazione. Su questo c’è ancora molta confusione. La maggior parte delle persone con cui ho parlato nel corso dell’ultimo anno almeno, mi ha comunicato idee sulla meditazione spesso simili a queste: “meditare è pensare”; “meditare è concentrarsi”; “meditare è chiarirsi le idee”. Ecco, meditare non è nulla di Continua a leggere

Gli 8 sensi

Un’interessante teoria dello psichiatra americano Daniel Siegel, afferma che noi possediamo 8 sensi o, per meglio dire, 8 flussi di consapevolezza. 5 sensi I 5 sensi che tutti conosciamo sono: Vista: è la capacità di valutare visivamente il proprio ambiente grazie a movimenti oculari fluidi e precisi; la capacità degli occhi di percepire immagini di luce visibile. Udito: chiamato anche audizione, è la percezione del suono; include l’ascolto e la capacità Continua a leggere