La psicologia della mente scimmia

La verità è che la vita è impegnativa! Ci saranno sempre cambiamenti dirompenti, conflitti, delusioni, frustrazioni e perdite. La vita ci spingerà fuori dalla nostra zona di comfort, dovremo fare scelte difficili e a un certo punto potranno verificarsi eventi dolorosi. Faremo del nostro meglio per affrontare tutto, ma purtroppo la maggior parte di noi non riesce a gestire la vita così bene. Non valutiamo consciamente come procedere al meglio Continua a leggere

Guida consapevole

Sei mai arrivata/o dove volevi andare senza esserti nemmeno resa/o conto che stavi guidando? Può succedere di passare diverso tempo in auto, ma guidare potrebbe essere molto diverso da andare da un punto A a un punto B… Più sei consapevole di quello che stai facendo, maggiore saranno la tua concentrazione e attenzione, il che si rivelerà particolarmente utile durante la guida. Inoltre non reagirai con rabbia verso gli altri Continua a leggere

Camminare consapevole

È stato dimostrato che camminare è una delle attività più importanti che possiamo fare per la nostra salute, quindi stabilire una routine per fare delle passeggiate regolarmente è senz’altro una grande idea. Con l’attuale tendenza ad utilizzare app per contare i passi, molte persone si prefiggono di raggiungere 10.000 passi al giorno. Tu lo fai? Non si tratta solo dei benefici fisici del camminare; si tratta dell’opportunità che il camminare Continua a leggere

Ascolto consapevole

Uso della musica e dei suoni come strumento di meditazione Hai già sperimentato l’effetto meditativo della musica ogni volta che ti sei persa/o in una canzone. Questo accade perché la musica aiuta a stimolare percorsi di ricompensa nel cervello che sono legati a emozioni positive. Puoi usare la musica per migliorare il tuo umore, anche se in realtà, esistono tipi specifici di musica più adatti a creare un senso di Continua a leggere

Mangiare consapevole

Il più delle volte, quando mangiamo, ne siamo solo parzialmente consapevoli. A volte siamo frettolosi o distratti e non notiamo nemmeno che stiamo mangiando fino a quando non vediamo che il piatto vuoto. Questo può essere dovuto al fatto che stiamo parlando, pensando, guardando il telefono o la televisione o a una serie di altri motivi. In breve, non siamo consapevoli di ciò che stiamo facendo. E questo è un Continua a leggere

Rilassamento e consapevolezza del corpo

I nostri corpi sono macchine straordinarie, vive e in costante movimento. In qualsiasi momento, anche quando siamo immobili, sono presenti sensazioni all’interno del corpo che possiamo sentire e che rappresentano un grande allenamento per la nostra consapevolezza. Come per la Visione consapevole, si tratta di una meditazione informale, ovvero un momento di consapevolezza di e con noi stessi, che possiamo praticare sempre e far diventare parte del nostro modo di Continua a leggere

Visione consapevole

La visione consapevole è un’attività semplice ma potente soprattutto se sentiamo di preferire lo stimolo visivo. Per alcune persone utilizzare la propria immaginazione potrebbe non venire naturale durante la meditazione e questa è un grande esercizio per coloro che si identificano con questa difficoltà, mentre è un vero piacere per coloro a cui viene spontaneo. Nell’articolo sui 3 tipi di meditazione abbiamo parlato dell’importanza di portare l’attenzione ai cinque sensi, semplicemente notando Continua a leggere

Percorso strutturato e consigli sulle abitudini

Alcuni studi hanno dimostrato che compiere una nuova attività per almeno 21 giorni aiuti a formare un’abitudine creando nuovi percorsi neurali nel cervello. La mia opinione è che occorra molto più tempo, ma certamente da qualche parte occorre iniziare (in questo articolo parlo proprio delle abitudini). I famosi 21 giorni sono un suggerimento. Come in tutto, va bene pianificare le pratiche nel modo che funziona per noi. Che si preferisca Continua a leggere

3 tipi di meditazione: formale, informale e ritiro intensivo

Dopo aver chiarito Che cosa significa meditare e quali sono le 7 convinzioni errate sulla meditazione è bene sapere che esistono 3 tipi di meditazione: formale, informale, ritiro intensivo. Scegliere il giusto modello di pratica è importante perché non tutti i tipi di meditazione sono uguali e non tutti permettono di raggiungere gli stessi risultati. La meditazione formale La meditazione formale è la più consueta e deliberata. Un classico esempio Continua a leggere

Che cosa significa meditare: 7 convinzioni errate sulla meditazione

1. Bisogna sapere come meditare. Molte persone credono di non sapere come meditare, temono di sbagliare la meditazione, ma la verità è che è semplice e naturale come prestare attenzione al proprio respiro. Non c’è un obiettivo finale nella meditazione o alcun modo giusto (o sbagliato) per farlo, è sufficiente rilassarsi e abbandonare le aspettative. 2. Per meditare bisogna smettere di pensare e avere una mente vuota. È impossibile smettere Continua a leggere

La consapevolezza del momento presente: che cos’è e come mantenerla

La mindfulness ha diverse possibili accezioni e applicazioni: si può essere consapevoli del momento presente, vivere la vita con attenzione e sviluppare la consapevolezza di sé. In particolare possono esserci 3 le abilità principali per sviluppare queste pratica: consapevolezza del momento presente o monitoraggio aperto, attenzione focalizzata o concentrazione, accettazione o non giudizio. Consapevolezza del momento presente o monitoraggio aperto Il monitoraggio aperto osserva ciò che sta accadendo al momento, Continua a leggere

Ingannare la mente

La Mindfulness, ormai lo sappiamo, fonda le sue basi sulla consapevolezza del momento presente, sul vivere il qui e ora con piena presenza e coscienza. La meditazione è parte integrante di questo percorso e di questo processo che aiuta a raggiungere uno stato di maggiore quiete, pace, tranquillità. L’azione che solitamente si compie durante la meditazione consiste nell’osservare il contenuto della nostra mente, quindi i pensieri, le emozioni, i ricordi, Continua a leggere

I Cinque Principi del Reiki

Il Reiki è un metodo di (auto)guarigione di origine giapponese, basato sulla convinzione che il corpo umano, attraverso vari livelli di attivazione e di concentrazione, possa incanalare e trasmettere l’energia universale, per poi utilizzarla a scopo terapeutico. Nella pratica si tratta di avvicinare le mani a stessi o agli altri (sempre previo il loro permesso) e permettere all’energia di scorrere e quindi di armonizzarsi all’interno della persona. In un precedente Continua a leggere

Le abitudini

Cambiare il nostro comportamento è difficile e spesso ci avviciniamo a questo proposito nel modo sbagliato. Costruire le prime sequenze di abitudini fa la differenza tra non riuscire affatto e iniziare a formare buone e forti abitudini per raggiungere i nostri obiettivi. I primi passi sono così importanti in quanto è fondamentale raggiungere il punto in cui la sensazione di rompere lo schema ci risulterà più difficoltosa che eseguire effettivamente Continua a leggere

Un aiuto per superare un momento di sconforto

Come sentirsi meglio È facile in alcuni momenti complicati rimanere bloccati in uno stato d’animo caratterizzato da tristezza, ansia, bassa autostima, stanchezza e frustrazione, senza vedere alcuna luce in fondo al tunnel. Ma non dovremmo permettere a noi stessi di essere intrappolati, di lasciare che le notti buie abbassino il nostro umore.Sentirsi persi, vuoti e privi di ogni positività è uno stato d’animo in cui non è così difficile scivolare e Continua a leggere

Esercizi di presenza consapevole

Ci sono molti esercizi pratici che si possono fare per entrare maggiormente in contatto con il corpo e aumentare la presenza nel qui e ora. Nell’articolo Il corpo vive (solo) nel presente è emersa l’importanza del corpo nell’aiutarci a vivere il momento, nell’essere un punto fermo per noi, sempre e ovunque. Per facilitare una nostra maggiore presenza, è possibile “semplicemente” portare l’attenzione al corpo e alle sue sensazioni, come nell’esercizio Continua a leggere

Il corpo vive (solo) nel presente

Se talvolta, forse spesso, è difficile mantenere la mente nel presente, l’intento è indubbiamente più semplice con il corpo. Dire che il corpo vive solo nel presente significa affermare che le sensazioni che prova sono tutte e sempre riconducibili al qui e ora. Non è possibile portare il corpo indietro nel tempo passato o avanti in un ipotetico futuro, come invece riesce alquanto naturale con la mente. Esiste una memoria Continua a leggere

L’inconscio vive nel presente

Suona molto bene, vero? Ma partiamo dall’inizio, ovvero definendo l’inconscio. “Il termine inconscio indica genericamente tutte le attività mentali che non sono presenti alla coscienza di un individuo. In senso più specifico, rappresenta quella dimensione psichica contenente pensieri, emozioni, istinti, rappresentazioni, modelli comportamentali, spesso alla base dell’agire umano, ma di cui il soggetto non è consapevole.” (Wikipedia) Da questa definizione capiamo una cosa fondamentale: non siamo consapevoli delle nostre attività mentali inconsce. Se così fosse sarebbero consce, ovvero sarebbero la parte di noi Continua a leggere

Sei sulla strada giusta?

Molte persone sono davvero determinate nel perseguire i propri obiettivi, mentre altre si sentono perse e dubbiose di essere sulla strada giusta. Tu ci hai mai pensato? Molti si chiedono se la vita che stanno vivendo sia la migliore per loro e se possa mai essere cambiata.  Come esseri umani abbiamo la tendenza a essere limitati nel credere che certi tratti della personalità, certe azioni e certi stili di vita siano Continua a leggere

Devi o scegli? Vuoi o puoi?

Sono sempre stata affascinata dalle parole, amo la nostra lingua anche per la sua ricchezza lessicale. Le parole che scegliamo di usare dicono molto di noi, delle nostre convinzioni più profonde o dei nostri stati d’animo passeggeri. Se ci si allena, prestare ascolto ai vocaboli utilizzati dalle altre persone (e anche da noi stessi) diventa un esercizio molto curioso, da cui possono emergere diverse informazioni interessanti. In particolare, ci sono Continua a leggere